GASTEROPODI

 

FOTO da: http://www.legambientearcipelagotoscano.it
FOTO da: http://www.legambientearcipelagotoscano.it

 

Testo da: http://ginux.univpm.it

È la classe di molluschi col maggior numero di specie (oltre 100.000 specie viventi). La conchiglia, se presente, può assumere forme molto varie ma la più frequente e caratteristica è quella elicoidale, ossia avvolta a spirale attorno ad un asse cavo o pieno detto columella. L’avvolgimento avviene solitamente in senso orario con un numero di spire (o giri) variabile, separate da un solco chiamato sutura (Fig. 4.9). L’apertura dalla quale esce l’animale può chiudersi ermeticamente mediante un ispessimento della pelle, corneo o calcareo, detto opercolo. Il regime dietetico è estremamente vario: vegetariano, detritivoro, carnivoro, sospensivoro.Vi appartengono:

·  Gli Prosobranchia dotati di conchiglia spiralata e mostrano una torsione del sacco dei visceri con spostamento della cavità palleale in avanti. Quasi tutti i prosobranchi possie-dono radula la cui morfologia può cambiare, da 2 a molti denti per ogni fila, a seconda del tipo di alimentazione.

 

·         Gli Opistobranchia che si distingue dai precedenti in primo luogo per avere una conchiglia estremamente ridotta o nella maggior parte dei casi assente. Ad essa appartengono gli splendidi e coloratissimi Nudibranchi dal corpo a forma di lumaca che, a seconda degli ordini o delle famiglie, possono presentare sul capo fino a tre paia di appendici: i tentacoli orali, posti ai lati della bocca, i rinofori (organi olfattivi posti dorsalmente sul capo) ed i tentacoli propodiali (propaggini prensili della parte anteriore del piede). Con la perdita delle branchie si assiste spesso allo sviluppo di pseudobranchie laterali o perianali.

Appartengono a questa classe:

CEFALOPODI
CEFALOPODI
BIVALVI
BIVALVI

Sei il visitatore n°

Foto Felice Di Palma
Foto Felice Di Palma

visita anche il sito:  

www.ilregnodeifunghi.jimdo.com

FOTO da: http://www.migratoria.it
FOTO da: http://www.migratoria.it

visita anche il sito:  

www.uccellideuropa.jimdo.com